SIMFEROPOLI

РУССКИЙ                                          ENGLISH

                                              


Capitale della Crimea. Centro Amministrativo e politico della Crimea ha 400.000 abitanti ed è il tradizionale punto di partenza per qualsiasi tour nella Repubblica Autonoma di Crimea. E' collegata via ferrovia o con i suoi due modernissimi aeroporti con tutte le maggiori città dell'Ucraina e dell'Europa. Venne costruita nel XV secolo sulle rovine di una antica città Tartara chiamata Ak Masjid.Con magnifici parchi, teatri e musei, le ampie strade ove si ergono bellissimi palazzi che il tempo sembra non voler scalfire per tramandare ai posteri le sue bellezze architettoniche e l'arte con cui sono stati costruiti. Con le sue Università è il centro culturale del paese. Attraversata dal fiume Salgir, ha uno zoo molto vario per le specie di animali che vi si trovano. Interessante il centro storico chiuso al traffico veicolare, ricco di negozi; la via Carlo Marx è il centro reale della città, da un lato si erge maestosa la Rada (il Parlamento) con una grandissima piazza dove si trova la statua di Lenin, dalla parte opposta si trova il Municipio, anche questo mastodontico attorniato da un bellissimo giardino. Di fronte, attraversando una piazza alberata al centro della quale si trova il monumento con un carro armato, per ricordare i caduti durante la II° Guerra Mondiale, si trova l'hotel UCRAINA e l'ufficio centrale delle poste e dei telefoni. Da qui in pochi minuti si può raggiungere il Rjineh (mercato grandissimo) aperto tutti i giorni fino alle 16.00 e la domenica fino alle 13.00 oppure superando la centralissima Cuibisciev, si raggiunge per la Ul MateZalki ( si trova l'hotel Moscow e un grande mercato ), la stazione degli autobus da cui partono continuamente i mezzi per raggiungere Feodosia, Yalta, Kerch, Sebastopoli e tutte le altre città all'interno o sulla costa. La principale attrazione touristica è il sito archeologico di Neapolis, dove troviamo le rovine della capitale dello Stato Sciita nel secondo secol a.c. Possiamo vedere il mausoleo e le tombe di nobili Sciiti.